IL CONTESTO:

“Centro nel cuore della Baronia, nella Sardegna centro-orientale, famoso per storia mineraria, tradizioni religiose e culinarie, paesaggi spettacolari e siti preistorici…Si inerpica sulle pendici occidentali della catena del Monte Albo, tra boschi di leccio, tassi, ginepri e macchia mediterranea dove vivono mufloni e nidificano aquile reali.

Lula è un centro di mille e 500 abitanti a quaranta chilometri da Nuoro, con una lunga storia, dal Neolitico al recente passato legato allo sfruttamento delle miniere d’argento e piombo di sos Enattos e Guzzurra-s’Arghentaria, oggi inserite nel parco Geominerario della Sardegna. L’attività estrattiva risale almeno all’ epoca romana, quando ci lavoravano schiavi condannati ad metalla. L’apice produttivo a cavallo tra XIX e XX secolo, poi un lento declino, sino alla chiusura negli anni Novanta. A Lula andò in scena uno dei primi scioperi di minatori (1899), finito tragicamente. Oggi visiterai gallerie, laveria e macchinari di sos Enattos. I lulesi erano anche produttori di carbone di legna, molto richiesto, e di calce. I siti d’estrazione sorgono in paesaggi spettacolari cui contribuisce la dorsale dell’Albo, imponente bastione che domina la Baronìa con gole, doline, grotte e vette oltre i mille metri. La ‘dolomite sarda’ ha itinerari di trekking in luoghi suggestivi: canyon di sas Piperai, punta Caterina, valico di Janna di Murai e sa Tumba ‘e Nurai. Dove il verde si dirada, affiorano paesaggi lunari. Le falesie offrono decine di vie per gli appassionati di arrampicata. Monte e territorio lulese sono stati abitati da età prenuragica: significativi le concas de Omines Agrestes e de Crapas e la domu de Janas di Mannu ‘e Gruris.

Le maggiori testimonianze dell’età del Bronzo sono il nuraghe Littu Ertiches, costruito con massi calcarei, il villaggio di punta Casteddu, il nuraghe ‘a corridoio’ a Pretichinosu, quello complesso di Colovros, l’insediamento di s’Aliterraglia e i resti di un tempio per il culto dell’acqua a Untana ‘e Deus. Tre le chiese ‘cittadine’: la parrocchiale di santa Maria Assunta e due dedicate alla Madonna, degli Angeli e di Valverde (inizio XVIII secolo). In campagna, a due chilometri da Lula, c’è l’edificio di culto più famoso: il santuario di san Francesco d’Assisi, meta di pellegrinaggi e di due celebrazioni, a inizio maggio e a inizio ottobre (descritta da Grazia Deledda in ‘Elias Portolu’), cui è legata la preparazione di un pietanza unica, su filindeu. A settembre tre feste: Madonna del miracolo, san Nicola e san Matteo, con cene a base di pecora bollita e sanguinaccio. Altra tradizione radicata è su Carrasecare luvulesu, uno dei carnevali più particolari dell’Isola. Protagonista la maschera de su Battiledhu (‘vittima’), vestito di pelli nere, con viso sporco di fuliggine, sangue e copricapo con corna, tenuto da un fazzoletto femminile. L’origine è da ricercare in riti arcaici di fecondazione della terra col sangue. Ad avviare il carnevale, a metà gennaio, l’accensione dei fuochi di Sant’Antonio abate, tra canti, vini e dolci tipici, come s’aranzada e sos vuvusones.

E’ in questo contesto che vogliamo dare avvio a un progetto coraggioso, in un luogo a prima vista inadatto ad ospitare una forma d’ arte, quella contemporanea, antitetica a una realtà agropastorale e contadina, come quella lulese. Eppure è proprio il contesto anticonformista, il melting pot, lo scambio tra realtà opposte tra loro a costituire una delle peculiarità del futuro MAC Lula”

MACLula

Sfoglia l’anteprima online del nostro catalogo

Clicca sotto:
Cat_impag_17_+cop_estratto

PARTNER MACLula:

La Fondazione Luciana Matalon di Milano, da impulso ad uno spazio per la promozione e la valorizzazione dell’arte contemporanea. Luciana Matalon Artista poliedrica, si è dedicata alla pittura, alla scultura e alla creazione di gioielli. Importanti mostre dal 1966 sia in Europa che in America e in Giappone. Nel 2000 crea a Milano la Fondazione, con l’intento di fondare uno spazio contemporaneo, che possa essere punto di riferimento per nuovi movimenti artistici e progetti innovativi.

Casa Falconieri, associazione culturale con sede a Cagliari all’avanguardia negli studi del settore. Casa Falconieri è una struttura che opera dal 1992 con un progetto di ricerca e sperimentazione dei linguaggi incisori : Artista Gabriella LOCCI e Direttore Scientifico Dario PILUDDU, che si propone di valorizzare gli umori e la cultura della Sardegna, nelle sue peculiarità, e stimolare il confronto con altre situazioni di respiro internazionale.

via monsignor Saba 16, Serdiana (Cagliari) – Italia
tel. +39 070 742343
e-mail: casafalc@tiscali.itinfo@casafalconieri.it

La Galleria Scoglio di Quarto è nata ad iniziativa di Gabriella Brembati nel 1998 in via Scoglio di Quarto, sul Naviglio pavese, in uno dei quartieri più caratteristici, antichi e affascinanti di Milano.

Una casuale, storica concomitanza con la “Partenza dei Mille”, che coincide con l’esigenza che l’arte contemporanea ha di conquistare spazio e consenso della gente, per aprire un mercato ancora inadeguato al tanto che avviene in questi anni.
+39.0258317556
Email:info@galleriascogliodiquarto.com

Il Distretto Culturale del Nuorese nasce con l’obiettivo di costruire una rete di attrattori materiali e immateriali per valorizzare l’identità e il patrimonio culturale del territorio, sostenere e innovare il settore delle industrie creative e innescare così un processo virtuoso di crescita intelligente, sostenibile e inclusiva.

Comunicato Stampa

Si apre sabato 16 marzo, negli spazi del MACLula a Lula (Nu), la mostra “Fuori dal clamore: dieci sguardi dall’isola”, una collettiva volta a mettere in luce le ricerche artistiche del contemporaneo in Sardegna.
INAUGURAZIONE
La mostra sarà inaugurata sabato 16 marzo alle ore 17.00 e rimarrà aperta al pubblico fimo al 16 giugno 2024.
LEGGI TUTTO IL COMUNICATO STAMPA

Il Museo di arte contemporanea MACLula è stato premiato il 14 ottobre 2023 a Cagliari, nell’ambito di una cerimonia indetta da In arch Sardegna per i migliori progetti di Architettura.
Il museo, il progettista arch. Luca Zecchin e la ditta esecutrice F.lli Daga di Lula, hanno avuto il riconoscimento quale unico progetto privato in campo museale.
La cerimonia si è svolta nella sede della Fondazione di Sardegna di Cagliari, alla presenza del Presidente In arch Sardegna Andrea Casciu, del Presidente ANCE Sardegna Pierpaolo Tilocca e di Andrea Margaritelli, Presidente IN Arch.
I due riconoscimenti sono stati attribuiti: il primo per il miglior Progetto del patrimonio esistente che “coniuga la valenza dell’idea progettuale con la qualità del prodotto finale, promuovendo il valore dell’opera costruita intesa come esito della partecipazione di soggetti diversi, testimonianza della attuale diffusa consapevolezza dell’importante ruolo che oggi riveste la qualità dell’architettura nel processo di rinascita delle nostre città”.
Il secondo Premio assegnato al MACLula quale intervento di miglior progetto in Sardegna.
I premi ricevuti sono :
Premio In Arch Sardegna 2023 per la riqualificazione museale
Premio speciale WTW Willis Towers Watson per il miglior Progetto in Sardegna.
Cagliari-Nuoro novembre 2023

Il MAC Lula tra i migliori musei del 2023

Secondo Archilovers, il prestigioso sito sull’architettura e il design che conta 40 milioni di visite all’anno e più di 300mila iscritti, il MAC Lula rientra nella Top10 dei musei più belli del mondo.

MAC Lula

MAC Lula

IL MACLULA ALLARGA LA SUA COLLEZIONE DI ARTE DIGITALE CON QUATTRO NUOVE OPERE

Con una cerimonia di consegna che si svolgerà Sabato 20 Aprile alle ore 18:00, i Consoli onorari del Regno dei Paesi Bassi Dott.ssa Cristina Ricci (C.o. ad Olbia) e Avv. Donato Nitti (C. o. a Firenze) doneranno al MACLula quattro opere di arte digitale. Le opere andranno ad accrescere la collezione permanente del MACLula. Alla cerimonia seguirà un dibattito su "DIALOGHI DIGITALI, [...]

MOSTRE al MACLula

Nella sezione dedicata alla collezione permanente MACLula espone dal 7 Aprile una nuova mostra d'arte dal titolo APPARIZIONI ED ESTASI, un seducente e misterioso gioco di ambivalenze tra visione onirica e reale in cui la presenza e il contributo femminile nel mondo dell'arte acquista un ruolo centrale.   Dal 7 aprile 2024 Da venerdì a domenica dalle 15.00 alle 19.00

DONA ORA

Sostieni il nostro progetto

Donazioni tramite Bonifico Bancario

Associazione Julia Spazio D’Arte

Banca Unicredit IBAN: IT25E0200817302000105296365

BIC: UNCRITM1D85

Si prega di inserire il proprio indirizzo email nella causale.

Donazioni tramite Carta di Credito / PayPal